Come donare

goccia sangue

E’ molto facile diventare donatori di sangue, basta osservare poche semplici raccomandazioni:

PRIMA DELLA DONAZIONE

  • Evitare sforzi fisici maggiori del solito (es. allenamenti intensi)
  • La sera precedente evitare pasti abbondanti e soprattutto limitare l’assunzione di alcolici
  • Se possibile, mangiare alimenti ricchi di ferro, come spinaci, carne rossa, pesce, legumi
    • Il mattino del prelievo è preferibile essere a digiuno o aver fatto una colazione leggera a base di frutta fresca, spremute, the o caffè poco zuccherati
    • Nel caso di donazione pomeridiana è necessario consumare un pasto leggero ed essere a digiuno da almeno quattro ore

Le donne che hanno in corso la terapia anticoncezionale non devono sospendere l’assunzione quotidiana della pillola contraccettiva.

 AL MOMENTO DELLA DONAZIONE

  • Come prima cosa il candidato donatore deve compilare e sottoscrivere l’apposito Modulo di accettazione e consenso alla donazione.
  • Il colloquio con il medico ed appositi esami verificheranno l’idoneità alla donazione.
  • Il prelievo di sangue intero è assolutamente innocuo per il donatore e ha una durata di circa 5-8 minuti. Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centimetri cubici +/- 10%.
  • Avvenuta la donazione il donatore resta sdraiato per alcuni minuti e successivamente lo si invita a consumare sul posto un piacevole ristoro per reintegrare liquidi, zuccheri e sostanze nutrienti.

Ad ogni donazione il sangue prelevato viene sottoposto ad una serie di esami di laboratorio gratuiti i cui esiti vengono inviati direttamente a casa del donatore.

 

DOPO LA DONAZIONE

  • Nelle ore immediatamente successive alla donazione è importante assumere liquidi in abbondanza (acqua, spremute, succhi di frutta).
  • Il pasto successivo alla donazione deve essere energetico, ma, nello stesso tempo, facilmente digeribile.
  • E’ consigliabile astenersi dal fumo, dall’uso di alcolici e dagli eccessi alimentari, nelle prime ore successive alla donazione.
  • Nella giornata della donazione occorre evitare attività fisiche intense, lavori faticosi, sport pericolosi, lunghi viaggi in auto.

Ai lavoratori dipendenti è riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita. Su richiesta, al donatore viene rilasciata apposita certificazione.

TIPI DI DONAZIONE

In questi ultimi anni la trasfusione ha fatto passi da gigante mediante la centrifugazione del sangue che permette di separarne le varie componenti, consentendo di trasfondere al malato la sola parte di cui ha bisogno. Grazie ai separatori cellulari si ottiene dal sangue del donatore soltanto la componente ematica di cui si ha necessità restituendogli contemporaneamente i restanti elementi.

Oggi, quindi, oltre alla tradizionale donazione di sangue intero, è anche possibile effettuare donazioni mirate, dette aferesi (dal greco “portar via”), ovvero: donazione di plasma (plasmaferesi), donazione di piastrine (piastrinoaferesi) e donazione multipla di emocomponenti; ma tutto ciò, al momento, è possibile solo in alcuni Centri Trasfusionali attrezzati.